Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

I vantaggi produttivi di “fare meno” per ottenere di più: un’organizzazione smart della propria vita

I vantaggi produttivi di “fare meno” per ottenere di più: un’organizzazione smart della propria vita
Redazione

Guardiamo tutti con invidia le persone di successo. Il regista o lo scrittore che tanto ammiriamo e che sforna un capolavoro dopo l’altro. Pensiamo abbiano giorni lunghi almeno 48 ore per riuscire così bene.

Noi dopo cena ci sediamo sul divano, accendiamo la televisione senza sapere esattamente che film guardare. Alla fine passiamo tutta la serata a cercare qualcosa di valido senza riuscire a vedere nulla! Succede a tutti, semplicemente perché abbiamo troppa scelta. Spesso prendere una decisione, anche così semplice come scegliere un film, è difficile e ci preoccupa.

Troppe opzioni portano a quello che gli psicologi definiscono “stanchezza decisionale”. Questo è il motivo per cui le persone che danno centinaia, se non migliaia, di disposizioni cercano di ridurle, evitando quelle banali. Mai notato che Mark Zuckerberg o Barack Obama indossano sempre lo stesso tipo di vestiti? Con tutte le decisioni che ogni giorno prendono, cosa indossare non dovrebbe esserne una ulteriore. In pratica salvano la loro energia mentale per altre, più importanti, scelte.

La soluzione quindi è più che semplice: smettere di provare a fare tutto per concentrarsi su pochi elementi chiave. Creare liste di cose essenziali è, ad esempio, un valido strumento che ti renderà più produttivo, energico e concentrato. Non occorre realizzarle unicamente sulle cose grandi e importanti della vita, ma è utile per ogni cosa che dovresti fare, che stai già facendo, o che sogni di fare. Venticinque grandi e piccoli obiettivi specifici, ordinati in termini di priorità. E poi? Farli tutti nell’ordine fissato? Assolutamente no! Tutto quello che si trova dal numero cinque in giù della lista non va fatto, va anzi evitato, non merita nessun briciolo di energia!

Spesso sarà impossibile rimanere fedeli alla lista, ma quando imbroglierai, perché sì imbroglierai, sarà una scelta e una tua modifica consapevole, anche se solo temporanea. Dovrai infatti rivedere la tua top five di volta in volta, perché le cose cambiano (tu stesso cambierai), solo una regola: mantenere nella lista non più di cinque cose!

Questo metodo di creazione di elenchi esternalizza quindi il processo decisionale e salva la tua energia mentale per le cose più importanti. Un altro motivo per cui ci sembra di non avere mai abbastanza tempo è che non precisiamo in modo adeguato quanto ne dovremmo dedicare a ciò che apprezziamo di più. Una delle più grandi frustrazioni è sentire il peso delle tante cose da fare e pensare di non riuscire a farle. Scegliendo attentamente le attività ti prenderai invece cura del tuo tempo, trattandolo come il regalo prezioso che è, limitato e da utilizzare per le cose migliori. La definizione delle priorità e l’organizzazione possono aiutarti molto in questo. Fai un passo indietro e scopri cosa è fondamentale nella tua vita, sbarazzati poi di ciò che non lo è.

“La vita, se tu sai usarla, è lunga.” Seneca

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.