Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Startup: non è un mestiere per giovani!

Startup: non è un mestiere per giovani!
Redazione

Nell’immaginario comune le startup sono materia esclusiva dei giovani. Ne sono il segnale molte celebri storie, tra le quali la più famosa rimane quella di Zuckerberg che crea Facebook in una stanza del dormitorio dell’Harvard University.

Qualche esempio lo troviamo anche in Italia. Uno tra i tanti Pizzabo, fondata da Christian Sarcuni studente materano dell’Università di Bologna e la GP Renewable, l’azienda che realizza mini-pale eoliche da installare sui tetti delle abitazioni, messa in piedi in Puglia dal ventenne Antonio Parrotto.

Sono tantissimi i ragazzi che, anche grazie a questi fortunati modelli, sentono di riuscire a ideare e tirare su un’azienda senza avere reali e solide competenze alle spalle.

Per molti aspetti è davvero stimolante pensare di poter fondare una società in giovane età, ma nella maggior parte dei casi improvvisarsi imprenditori non è una scelta vincente, né porta con sé risultati duraturi.

Occorre invece utilizzare questi preziosi anni per continuare oppure per iniziare a studiare e apprendere il più possibile sul campo per non farsi in seguito trovare impreparati.

È vero che si può imparare molto provando e soprattutto sbagliando, ma i migliori startupper sono stati soprattutto quelli che hanno assimilato come essere dipendenti prima che imprenditori. Sono coloro che hanno trascorso abbastanza tempo a fare esperienza sul terreno, che hanno osservato le altre persone lavorare e che nel confronto hanno scoperto cosa vogliono fare e in che modo intendono farlo.

Nel mondo ci saranno sempre esempi di giovani prodigio, brillanti menti che escono dall’università e fondano una startup di successo. Ma sono l’eccezione, e non la regola. Anche Steve Jobs, per continuare a citare testimonianze famose, ha lavorato per Atari prima di fondare Apple.

L’esperienza insieme a una vera e profonda conoscenza del lavoro sono quindi essenziali. Il modo migliore per riuscire a gestire un’azienda infatti è quello di lavorare prima per qualcuno che lo sa già fare e che, con un po’ di fortuna potrà anche insegnarvi come farlo.

Una competenza acquisita mediante il contatto diretto con la realtà imprenditoriale vi porterà le giuste nozioni e vi farà intendere la maniera per applicarle. Vi permetterà di trovare la vostra strada e il vostro modo di intraprenderla. E questo non può che essere il miglior modo per eccellere!

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.