Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Smart citizen, ma non smart city

Smart citizen, ma non smart city
Renato Oscar Valentini

Disporre di città intelligenti è obiettivo che dovrebbe essere di tutti: amministrazioni, cittadini, fornitori di servizi, innovatori. Semplificare la nostra vita quotidiana, indirizzare sensibilmente una miglior efficienza energetica, aumentare la sicurezza sono solo alcuni degli obiettivi che si potrebbero raggiungere, per non parlare del “volano produttivo” che ciò potrebbe indurre, manna dal cielo in questo periodo di crisi perenne. Però tutto stenta a decollare e mi fa rabbia pensare, ad esempio, che dei cittadini sono costretti ad auto organizzarsi per qualcosa che avrebbe proprio il  “sapore” di Smart City; parlo dei genovesi – che hanno tutta la mia stima e solidarietà – che stanno cercando autonomamente di mettere on-line le mappe delle webcam della città in modo da monitorare il territorio e prevedere disastri ambientali che stanno diventando, ahimè, triste normalità. Smart citizen purtroppo non supportati da progetti veramente smart city, credo che ci sia da riflettere, e non poco….

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.