Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

“Sempronio è arrivato……”

“Sempronio è arrivato……”
Guelfo Tagliavini

Non chiamatemi “Cassandra” ma poco più di un mese fa avanzai la preoccupazione che, dopo quasi due anni dall’avvio del progetto Agenda Digitale si dovesse assistere all’ennesimo cambio della guardia alla guida dell’Agenzia per l’Italia digitale dopo la fugace apparizione di “ Caio “, intendo Francesco.

Ma ora, apprendere che il prossimo”sempronio” occuperà la poltrona della cabina di regia della digitalizzazione del Paese non prima di quattro mesi da adesso, conferma quanto sia lontana la politica del palazzo dalle effettive esigenze della società.

Può un Paese come il nostro, in forte ritardo nella realizzazione di progetti fondamentali per la modernizzazione delle infrastrutture tecnologiche permettersi il lusso di attendere ancora mesi o forse anni prima di rendere operativa una struttura (Agid) varata da un Governo, sopportata da un altro ed infine osteggiata dall’ultimo esecutivo?

Ma allora a cosa servono i mille convegni quotidiani nel corso dei quali associazioni di categoria, sindacati, osservatori universitari, federazioni professionali, opinion leader e, immancabilmente, rappresentanti del mondo politico di tutto l’arco costituzionale mettono al centro dell’attenzione la piaga dell’arretratezza del nostro sistema produttivo e “implorano” investimenti e operatività.

Forse bisognerebbe organizzare un ennesimo evento dal titolo:

  • Scuola elementare di “Competenze Digitali”

N.B. Le iscrizioni sono tassativamente riservate a politici in servizio.

All’amico Agostino Ragosa che consegna, suo malgrado, il testimone al “provvisorio tedoforo” Elisa Grande non mi sento che dire:” sarà per la prossima volta…..”

Guelfo Tagliavini

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.