Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Sapore di sale, sapor digitale….

Sapore di sale, sapor digitale….
Renato Oscar Valentini

Navigando su internet mi sono imbattuto in un curioso dibattitto “balneare” che, proprio in ragione della sua “leggerezza” penso possa essere utilizzato in questo articolo che (probabilmente) segnerà una mia personale assenza al blog per qualche settimana, in vista del riposo estivo. Il nostro paese – tradizionalmente diviso in guelfi e ghibellini – stavolta si confronta con questa perigliosa scelta: in spiaggia meglio portarsi libri cartacei o ebook? Ed ecco che ci si polarizza, senza forse e senza ma, e nello specifico pare vincano coloro che prediligono la carta per vari motivi, quali: paura che l’ebook o il tablet si rovinino o vengano rubati, timore di visibilità ridotta a fronte della forte luminosità solare (ndr: con il tempo che sta facendo direi che questo è un falso problema ), minor possibilità di fare relazione (un libro di carta si può scambiare tra vicini d’ombrellone, con il tablet è effettivamente più difficile farlo, etc etc). Tutte cose sacrosante e giuste ma non pensate anche voi – sotto sotto – che alcuni rispondano così perché sono ancora lontani da quella che oggi si chiama “digital life”? Non per mancanza di risorse, ma perché scarseggia ancora quella cultura digitale di base indispensabile per “Italia 2.0”? Sarà un caso che solo il 58% dei cittadini italiani compresi Tra 16 e 74 anni utilizza Internet, quando la media europea è del 75%? E che di questi, ancor più “solo”  il 34% riesce a connettersi  via Web con le amministrazioni pubbliche, quando la media europea è del 54%? Direi proprio di no! Non inganniamoci, Il digital divide non è infrastrutturale ma CULTURALE! Facciamo di tutto per rimettere al centro scuola e istruzione, ne abbiamo un bisogno infinito, per il PIL e anche per la nostra dignità di Paese avanzato. Ritorniamo ad aspirare ad essere un popolo di navigatori (digitali), oltre che di santi (con quello che ci fanno passare) e di poeti (per dimenticare i guai). BUONE VACANZE (spero anche digitali) A TUTTI!!!!

 

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.