Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Il romanzo del Telelavoro

Il romanzo del Telelavoro
Guelfo Tagliavini

Desidero, con poche parole, dare alcune spiegazioni sul significato del titolo di queste poche pagine che vogliono essere un misto di aneddoti, dati ed analisi sul tema del telelavoro.

E’ certamente intuitivo il significato dell’affermazione: “lavorare senza ufficio” è infatti una prassi abbastanza diffusa, in Europa e negli USA, l’utilizzo di tecnologie che consentono di operare in mobilità, meno da noi ma questo lo vedremo in seguito.

Sulla scrivania, oltre alle foto dei figli e qualche volta della moglie o del marito, spiccava in bella vista una macchina da scrivere, siamo negli anni ’80, poi un ingombrante PC dotato di monitor relativa tastiera ed apparecchio telefonico. Ma per le postazioni di lavoro più strutturate non poteva mancare la presenza di un “rivoluzionario” Telefax; ma anche grandi barattoli ricolmi di matite multicolori, penne, pennarelli, evidenziatori, gomme e pennellini per cancellare strafalcioni , riportati a macchina su comunicazioni e  circolari di ogni tipo.

Insomma un vero e proprio “atelier” dell’impiegato modello.

Le abitudini sono dure da morire e le resistenze al cambiamento decisamente forti.

Ma con la gradualità insita nell’attaccamento a quanto è noto rispetto a ciò che è da scoprire, la macchina della novità si mette inevitabilmente in moto.

Ecco quindi la chiave di lettura del sottotitolo “lavorare senza ufficio” ovvero ripensare a nuove modalità di lavoro che consentano di ottenere migliori risultati, in termini di efficienza e qualità utilizzando soluzioni e tecnologie che non ci costringano più ad essere legati a tutto l’armamentario sopra descritto, scrivania e ufficio inclusi.

Questo resoconto vuole essere la narrazione di una esperienza decennale vissuta con l’impegno di comprendere le nuove regole del gioco del lavoro del futuro con l’obiettivo di promuovere gli aspetti positivi che l’applicazione delle stesse possano determinare in seno alla nostra società, mi accingo pertanto a raccontarvi alcune cose che ho definito nel titolo di queste pagine come “Il romanzo del telelavoro”.

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.