Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Non aspettare il momento giusto per lanciarti

Non aspettare il momento giusto per lanciarti
Redazione

5 consigli per iniziare ORA la tua attività

Sono molte le persone che si lamentano di avere voglia di cambiare (lavoro, servizi, amori) o di creare qualcosa (start-up, attività, hobby) costrette a dover aspettare il “momento giusto”. Quella attività sempre sognata, un libro da scrivere, un hobby da trasformare in lavoro. Tutte quelle cose che il cuore sente di voler fare e a cui la testa continua a pensare, ma che si continua a posticipare. Quando si rimanda una volta, si rimanda di nuovo. Non aspettare il momento giusto per fare qualcosa. Per lanciarti in un’impresa. Perché il momento giusto, quello perfetto, non esiste. Spesso è soltanto un pretesto per rinviare. In eterno. Se stai quindi aspettando il momento giusto per iniziare, molto probabilmente non lo sarà mai.

Quasi la totalità delle volte, ciò che ci blocca è la paura di affrontare un cambiamento.

Iniziare qualcosa di nuovo, cambiare, non è mai semplice, cominciamo a pensare a tutte le difficoltà che potremmo incontrare e ci facciamo spaventare così dai problemi ipotetici più che da quelli reali. L’apprensione dell’ignoto, il timore di pentirsi delle scelte prese, l’ansia di non essere all’altezza. Sono tutte preoccupazioni legittime, ma da cui è pericoloso lasciarsi dominare. Bisogna invece affrontarle e ricordarsi che il cambiamento è solo transitorio. Se lo si pensa in quel modo, fa già meno paura.

Per rendere il nostro desiderio di creare o cambiare qualcosa più forte dei nostri timori dobbiamo agire tempestivamente, perché quando l’ansia colpisce, uno dei rimedi più utili e produttivi sta proprio nel fare qualcosa di concreto.

Ecco quindi cinque consigli che possono aiutarti ad uscire dall’impasse, cinque semplici mosse per evitare di rimandare a domani una creazione o un cambiamento:

  1. Sii ottimista, siamo più inclini a rimandare quando siamo di cattivo umore e circondati di persone positive. Passare del tempo con persone con cui vuoi stare ha l’effetto di allentare la pressione e di farti sentire più pronto e produttivo.
  2. Fai le cose per gradi. Pianifica passo dopo passo la varie tappe del percorso e concentrati sul presente, iniziando dalle attività più difficili. Monitora i progressi per migliorare negli step successivi e per avere la carica per continuare anche quando hai esaurito l’entusiasmo iniziale.
  3. Le ricompense ci fanno stare meglio. Privarci di qualcosa, invece, ci rende di cattivo umore. Le ricerche dicono che è il pensiero di un premio (un viaggio, un libro da acquistare) che ci spinge a lavorare di più.
  4. Concentrati sul risultato. Vedere chiaro l’obiettivo finale ti farà andare avanti e trovare le forze per reagire anche nei momenti di maggior stanchezza e difficoltà.
  5. Smettila di pensare, agisci! Pianificare le tue attività in ogni dettaglio è importante ma, rimanere poi fermo, in attesa che tutte le condizioni siano perfette, non ti farà mai sentire di essere pronto ad agire.

Agire istantaneamente però non vuol dire essere incauto o incosciente. È bene valutare i pro e i contro. Ma una volta che si è deciso il traguardo da conquistare e le tappe intermedie per raggiungerlo, non esitare. Comincia con un primo piccolo passo. E non preoccuparti, sbaglierai e imparerai. Aggiusterai il tiro strada facendo. È come lanciarsi col paracadute: prima precipiti ed hai paura, poi il dispositivo si apre e ti puoi godere appieno la discesa. “Non aver paura della perfezione: non la raggiungerai mai”. (Salvador Dalí)

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.