Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Logistica e siti aggiornati: nodi da sciogliere

Logistica e siti aggiornati: nodi da sciogliere
Michele Armenise

Mi piace sempre testare in prima persona quello di cui devo parlare o scrivere.

In questi giorni mi sono trovato due volte a provare a fare acquisti online e due volte mi è capitato di dover ammettere a me stesso come, sebbene la tecnologia sia effettivamente adeguata per fare qualsiasi cosa, dal post di Mauro sul futuro dell’E-Commerce si evince come si attendano per il futuro tecnologie ancora più intriganti, spesso ci si perda nei bicchieri d’acqua della logistica e dell’aggiornamento dei siti.

1° caso: intendo acquistare a nome dell’azienda, per un nostro cliente, alcune staffe per il montaggio in appositi armadi di apparati attivi di rete. Un distributore (ci interessano i peccati e non i peccatoriJ) sul suo sito web promette una consegna in 24 ore dall’ordine. Me ne servono 100 e il sito dichiara disponibilità immediata per 106 staffe. Perfetto penso, decido di comprare. Faccio l’ordine. Il giorno seguente chiamo il distributore per verificare se tutto sia a posto e scopro che l’ordine deve ancora essere preso in carico, ma soprattutto che il sito non era aggiornato. Risultato, sono stato fortunato, le staffe erano per me urgentissime e sono comunque arrivate entro una settimana, ma dovendo fare uno sforzo e una fatica sovrumana, comunque tardi rispetto alle 24 ore promesse dal sito.

2° caso: intendo acquistare per me stesso pantaloni e scarpe su un portale vetrina che gestisce acquisti online di oggetti di tipo e di marca diversi. Faccio le mie scelte e tutto contento procedo con l’ordine e il pagamento. A questo punto sono convinto di aver fatto un ordine unico, ma le spese di spedizione sembrano alte in rapporto al valore acquistato. Mi accorgo che l’ordine unico viene in realtà diviso in due ordini, uno al fornitore dei pantaloni e l’altro al fornitore di scarpe, le spedizioni sono due e di conseguenza le spese di spedizione raddoppiate. Una domanda che mi piacerebbe fare ai gestori del portale: a che serve fare un portale unico così? Solo per il prezzo?

Non pensate anche voi che logistica e siti aggiornati siano due importanti nodi da sciogliere per lo sviluppo dell’E-Commerce in Italia?

 

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.