Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

La tua idea per una start-up è un cristallo o un diamante?

La tua idea per una start-up è un cristallo o un diamante?
Redazione

Hai intenzione di avviare una start-up ma vuoi essere sicuro della scelta fatta e sapere con certezza se la tua è un’idea buona, forte e brillante come un diamante o destinato a rompersi in mille pezzi alla prima caduta, come un cristallo? Esiste una regola facile e veloce per aiutarti a capirlo, un quesito da applicare a qualsiasi fantasia aziendale si desideri perseguire. La domanda è questa: “pensi che qualcuno lo comprerebbe?”

Si tratti di un prodotto o di un servizio, è questa la questione importante che fa la differenza tra un’azienda che produce beni e servizi di successo.

Se hai intenzione di vendere senza problemi come prima cosa è necessario generare un’elevata quantità di surplus del consumatore, la differenza positiva cioè tra il costo che un individuo è disposto a pagare per ricevere un determinato prodotto o servizio e il prezzo di mercato dello stesso bene.

Supponendo che la tua idea possa generare valore, un surplus di consumo, puoi comunque riscontrare molte difficoltà nel trovare persone che intendano comprare i tuoi prodotti perché i costi di commutazione (le spese che un cliente deve affrontare quando cambia fornitore) superano il vantaggio marginale. I costi di commutazione, che possono comprendere le spese di smaltimento, la formazione necessaria ad utilizzare una nuova applicazione o gli aggiornamenti hardware, a volte possono essere molto alti. Sono il motivo per cui ad esempio continuiamo ad affidarci a un fornitore invece di optare per altri più convenienti, poiché il cambiamento comporta tempo e fatica nella scelta e soprattutto la perdita di alcune agevolazioni acquisite negli anni di servizio. E la maggior parte delle volte questo costo è sufficientemente alto da non consentirci di passare ad uno nuovo.

Ma cosa succede se invece la commutazione ci offre molti più vantaggi, numerosi benefici marginali? Se vuoi creare una nuova azienda e fornire un nuovo servizio, devi accertarti di proporre ai tuoi consumatori un prodotto in cui i benefici marginali superino i costi di commutazione in maniera più evidente possibile. Il maggiore divario tra benefici e costi influenzerà notevolmente la possibilità per la quale le persone sceglieranno di passare a te.

Il “cimitero delle idee” è pieno di esempi costosi e di soluzioni incredibilmente complesse che apportano solo scarsi benefici oltre a quelli che il mercato già fornisce. Quindi, se vuoi evitare di scommettere (e perdere) tutti i tuoi risparmi in un’idea che è destinata a infrangersi, fai qualche ricerca per vedere se il beneficio che il tuo prodotto fornisce è sufficiente a coprire i costi per il passaggio che i tuoi clienti si troverebbero ad affrontare. Naturalmente, ci sono ancora molte altre cose necessarie per avere successo, ma questa forse è la più importante da considerare per capire se, a priori, la tua è o meno una buona idea da iniziare a realizzare.

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.