Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

Italian Innovation Hub. Quando mondo dell’industria incontra il mondo dell’innovazione.

Italian Innovation Hub. Quando mondo dell’industria incontra il mondo dell’innovazione.
Emanuela Negro-Ferrero

A Torino, il 2 dicembre, al 31° piano del grattacielo Intesa San Paolo dedicato all’innovazione digitale,  è stata presentata la prima tappa del roadshaw organizzato dalla “Fondazione Ricerca & imprenditorialità” , il nuova “creatura”  che vede fra i soci fondatori Finmeccanica, l’Istituto Italiano di Tecnologia, Telecom Italia,  Intesa San Paolo e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e fra i co-fondatori Fondazione Cariplo. Costituitosi partendo dalla domanda di innovazione che arriva dalle grandi imprese, la Fondazione R&I sostiene e stimola le risposte operative da parte delle start-up, delle PMI innovative e degli spin-off con percorsi di crescita e attivando le connessioni necessarie a favorire l’incontro fra offerta di innovazione e potenziali partner, clienti e investitori. Si tratta di un “Progetto Paese” promosso dagli attori di punta dell’ecosistema dell’innovazione nelle imprese, nella finanza e nella formazione perché sia il Politecnico di Torino che quello di Milano sono coinvolti in prima persona..

Rivoluzione-innovazioneE’ stato illustrato dal Prof. Riccardo Varaldo, Presidente del Consiglio di Gestione della Fondazione R&I il programma “Sviluppo Start-up e PmI innovative” che ha come obiettivo, come ho scritto sopra, quello di supportare Startup, Spin off e PMI innovative tech –based con la collaborazione di grandi imprese e istituzioni finanziarie private e istituzionali. Un elemento che mi ha colpito è stato il sentire dire che nel processo di accompagnamento, l’inserimento di figure manageriali è considerato un elemento chiave per evitare che le Startup falliscano. Non ho capito in che modo pensano di integrare le risorse ma colgo l’occasione per lanciare un suggerimento di collaborazione.

Le due iniziative proposte da F&I sono state:

–          Programma Regionale Sviluppo Startup.

–          Sostanzialmente si tratta di un percorso di accelerazione di progetti imprenditoriali che ha come obiettivo di ridurre al minimo la fallibilità delle idee arrivando al concretizzarsi e allo sviluppo delle nuove idee soluzioni già partendo da specifiche esigenze del mercato e di possibili utilizzi in campo industriale.

–          Programma Nazionale Sviluppo PMI innovative.

–          Si tratta di un percorso di scale-up che valorizza le competenze tecnologiche e le capacità innovative delle PMI.

A cui viene affiancato in maniera continuativa tutto l’anno, e quindi senza bandi o call a termine, la ricerca di startup/spin off delle piccole imprese innovative accedendo al sito www.fondazioneri.it

E’ stato un incontro leggero, veloce e stimolante. Che si è concluso con l’affermazione che l’Italia non è la Silicon Valley. Il modello americano è difficilmente replicabile in Italia.

Emanuela Negro Ferrero -enf@innamoratidellacultura.it

 

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.