Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Nessun commento

C’è speranza!

C’è speranza!
Renato Oscar Valentini

Un paio di settimane fa un amico mi ha regalato una scheda Arduino. Sapete cos’è? E’  una piccola scheda elettronica, basata su un microcontrollore,  che permette lo sviluppo rapido di prodotti elettronici, soprattutto prototipi ed è il massimo per scopi hobbistici e didattici. In particolare è un progetto Open Source Hardware, ovvero sono pubbliche informazioni e schemi elettrici così come è Open Source il Software che ne permette controllo e flessibilità. E’ un’idea nata in Italia nel 2005, precisamente ad Ivrea, ad opera soprattutto di un giovane geniale, Massimo Banzi, che ha coordinato altre persone di grande talento. Io, vecchio ingegnere elettronico che ha poi indirizzato la carriera in ambito informatico e telecomunicazionistico, mi ricordo bene delle difficoltà, anche manuali, che ai miei tempi c’erano nel costruire schede elettroniche hobbistiche (sono sempre stato un pessimo saldatore, tra l’altro). Ora mi sto divertendo un mondo ad usare Arduino, e componentistica varia a supporto, per giochetti vari e puro divertimento, ma penso alle potenzialità didattiche, enormi, di questo oggetto di costo limitato! Pochi giorni fa ho seguito casualmente una breve intervista al TG1 di  un giovane pugliese , anzi giovanissimo, Gian Luigi Parrotto che, con altrettanto talento, ha ideato una nuova turbina mini eolica, che sta promettendo moltissimo e sta già creando posti di lavoro. Gian Luigi e Massimo, giovani, di talento, italiani, che credono e  vivono nel loro Paese. Imprenditori e tecnici di successo che spero possano stimolino i tanti altri giovani che in Italia si stanno demotivando. C’è speranza. Ricordiamoci che un Paese che non dà spazio ai giovani non ha futuro. Auguri Massimo, Auguri Gian Luigi!

Commenta

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo Blog rispettando i criteri della nostra Netiquette.