Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

AboutFulvio Sbroiavacca, Author at Agenda Digitale

Fulvio Sbroiavacca

Fulvio Sbroiavacca

Direttore Diversificazione, Innovazione e Ricerca di Insiel S.p.A. Laureato in Scienze dell’Informazione ha ricoperto incarichi di responsabilità in contesti sia privatistici sia misti pubblico-privato, nei gruppi ICT Finsiel, STET, Telecom. Nel 2000 dirige il Centro R&S Padriciano presso l’Area Science Park di Trieste, centro accreditato che ottiene la certificazione Assoricerca, nel 2006 dirige i Centri di Competenza di Insiel, nel 2007 è nominato Direttore Marketing e Ricerca e Sviluppo. Nel 2008 cura la predisposizione del Piano Industriale per la scissione di Insiel a seguito del decreto Bersani identificando gli asset (prodotti e competenze) da avviare verso il mercato. Nel 2009 assume la carica di Amministratore Unico di Insiel Mercato S.p.A. che promuove sul mercato, ne effettua il consolidamento dell’attività tecnica e commerciale, porta la società alla privatizzazione. Viene poi nominato Direttore di Insiel e porta a termine la fusione nella stessa della società di telecomunicazioni Mercurio dedicata alla realizzazione dell’infrastruttura a banda larga. Ha partecipato a diversi programmi di R&D sia a livello nazionale sia europeo, tra i progetti coordinati SISRCR (Servizi Integrati Sanitari Regionali per la Continuità della Cura) è stato selezionato dall’eEurope Awards for eGovernment 2005, alla conferenza europea interministeriale di Manchester. Riveste il ruolo di LEAR nell’ambito di diversi progetti FP7 Unione Europea. E’ professore esterno di “Sistemi Informativi” del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica della Facoltà di Ingegneria presso l'Università degli Studi di Trieste. Ha svolto attività didattiche, seminariali e docenze in diversi ambiti quali il Master Internazionale SSIC-HECE (SSIC - Scuola di Specializzazione in Ingegneria Clinica - Studi Superiori in Ingegneria Clinica, HECE - Higher Education in Clinical Engineering), il Corso di Alta Formazione in Management Innovativo delle tecnologie per l’organizzazione sanitaria, Università di Urbino Carlo Bo, il NETEC, Master Universitario di primo livello in Net-Economy, Università degli Studi di Trieste, Facoltà di Economia, Ingegneria, Psicologia. Eletto nel 2013 consigliere nel Consiglio Direttivo Assinform, Associazione Italiana per l’Information Technology, Confindustria. consigliere del Direttivo AEIT Trieste Federazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni. Nel 2004 è diventato membro della Commissione Innovazione dell’Associazione Industriali di Trieste e della Sezione Elettronica e Informatica e Reti. Nel 2008 membro componente elettivo di Giunta Assinform. Promotore di progetti rivolti alla comunità ed ai giovani talenti, ha sostenuto lo sviluppo di iniziative quali “Generazione Digitale”, rivolto agli studenti degli istituti superiori e dell’università che porta i giovani in azienda per apprendere il “dietro le quinte” dell’informatica ed esprimere, attraverso una community, necessità e requisiti per migliorare i servizi IT del domani; “EESTEC Summer School & Lab”, dedicata agli studenti provenienti da diverse università europee, sviluppata con sessioni di team working per gli approfondimenti sulle nuove tecnologie e la realizzazione di prototipi. Ha dato impulso al progetto “La tecnologia al servizio dell’integrazione”, a sostegno dell’accessibilità degli ipovedenti ai siti istituzionali e servizi online.

Posts By Fulvio Sbroiavacca

Come si può definire un buon servizio SMART?

19/05/2014 |

Un buon servizio non deve essere impersonale, ma invece è necessario che sia personale e individualizzato.

Richiede “qualcuno con cui parlare, che sappia fare bene e con cortesia quello che chiedo”: … il prendersi cura, il riparare, il pulire, … Leggi

Pensiamo SMART, cosa si intende per servizio?

05/05/2014 |

Proviamo a partire dall’idea di servizio: la prima difficoltà è insita nella parola stessa, che evoca termini affini come servo, servile, servitore; tutte dalla comune radice latina di servus, schiavo.

La maggior parte delle idee relative al servizio sono … Leggi

Lo sentiamo ogni giorno, ma cosa si vuole comunicare con il termine SMART?

03/03/2014 | 4

Se cercate in Google “significato di smart” trovate molti risultati diversi: abile, acuto, alla moda, aspro, attillato, brillante, bruciore… (http://it.dicios.com/enit/smart) a parola quindi con grande potenziale espressivo dai diversi significati che un dizionario precisa in funzione del contesto (http://dizionari.corriere.it/dizionario_inglese/Inglese/S/smart.shtml) e … Leggi